riscaldamento con pompa di calore

Il riscaldamento con pompa di calore conviene, soprattutto con il noleggio

Autore: Vincenzo Greco Manuli

Riscaldamento con pompa di calore? Conviene?“. Questa la domanda che ci poniamo quando dobbiamo scegliere come riscaldare gli ambienti della nostra casa o della nostra azienda, anche e soprattutto se stiamo pensando a un metodo di riscaldamento temporaneo.

Riscaldamento con pompa di calore ed efficienza

La risposta, ovviamente, è sì, conviene. Il riscaldamento con pompa di calore conviene perché ogni 1KWh immesso ne crea da 3 a 5 termici, con un’efficienza che può andare dal 300% al 500%. Il funzionamento di una pompa di calore è relativamente semplice: si tratta di una macchina frigorifera che estrae calore dall’aria ambiente a bassa temperatura e lo immette in un ambiente ad una temperatura superiore grazie al ciclo frigorifero.

Certo, si tratta di una macchina che ha dei limiti di funzionamento quali la temperatura di riscaldamento relativamente bassa (max 45°C-50°C) che richiede una temperatura dell’ambiente esterno che sia necessariamente sopra gli o° se non si vuole comprometterne il rendimento.

Noleggio pompa di calore: risparmio assicurato

L’efficienza del riscaldamento con pompa di calore è talmente elevata che può offrire interessanti opportunità agli operatori del settore noleggio, abituati fino ad oggi per lo piu ad installare macchine piu semplici e funzionanti a gasolio metano, se non addirittura elettriche.

Scegliendo una soluzione a pompa di calore si risparmia circa il 30% rispetto a una caldaia a metano, il 60% rispetto a una caldaia a gasolio e il 60-70% rispetto ad un boiler elettrico. Conti alla mano, ammortizzare con il risparmio energetico le spese che dovrete sostenere per installazione e trasporto sarà facile.

La pompa di calore conviene sempre?

pompa di caloreNaturalmente esistono delle situazioni in cui optare per un sistema di riscaldamento con pompa di calore potrebbe non rivelarsi così vantaggioso. Pensiamo, per esempio, a progetti temporanea di durata molto breve: sotto i 10-15 giorni il risparmio rispetto a una soluzione classica potrebbe non essere così significativo.

Per progetti di brevissima durata, inoltre, i costi di installazione potrebbero incidere troppo, soprattutto se l’impianto va realizzato da zero o modificato.

Un’altra situazione in cui la pompa di calore potrebbe non essere la soluzione adatta é un progetto dove si richiede una temperatura di riscaldamento maggiore di 50°C.

Infine, la pompa di calore presenta prestazioni degradanti al decrescere della temperatura esterna, e non è utilizzabile con temperature esterne inferiori a 2-3°C e con elevata umidità relativa: in questo caso è sempre meglio prevedere un’integrazione con una piccola caldaia tradizionale.

“Sì” al riscaldamento a pompa di calore in questi casi

  1. EVENTI – Di solito, durante gli eventi e quando si utilizzano tensostrutture, si usano caldaie a gasolio. Eppure la scelta della pompa di calore porterebbe a un risparmio minimo del 50%-60%! Come spiegato sopra, si parla naturalmente di eventi di durata significativa. La soluzione più vantaggiosa? Combinare la pompa di calore con l’energia elettrica: noleggiando dei gruppi elettrogeni (che, attenzione, dovrebbero sempre essere dotati di licenza fiscale) che forniscano energia anche alla pompa di calore, l’efficienza di quest’ultima verrebbe massimizzata. Inoltre non dovrete considerare il doppio approvvigionamento del carburante sia per riscaldamento che per l’energia elettrica.
  2. IMPIEGHI CIVILI ed INDUSTRIALI – La pompa di calore aria acqua é reversibile e quindi, una volta installata, con semplici accorgimenti può produrre acqua refrigerata o acqua riscaldata a seconda delle esigenze.
  3. ABBINATA AD UN CO-GENERATORE – In caso di abbinamento a un co-generatore che le fornisce energia elettrica alla pompa e nel contempo recupera il calore, il sistema diventa super efficiente e potenzialmente in grado di operare in qualunque impianto sia a bassa che alta temperatura.

Infine non dimentichiamo che…

Il riscaldamento a pompa di calore fa bene all’ambiente

Utilizzando in parte energia elettrica ed in parte energia gratuita dall’ambiente esterno, non espellerai gas di scarico e ridurrai all’osso le emissioni di CO2 nell’ambiente.

Contatta l’autore: vincenzo.grecomanuli@progettoenergiaefficiente.it

EMERGENZA ENERGETICA

Scarica la guida gratis!
Condividi questo articolo